Ebiten

EBITEN è un organismo bilaterale costituito nel 2009 tra la confederazione datoriale Sistema Impresa e le organizzazioni sindacali dei lavoratori Confsal, Fesica Confsal, Confsal Fisals. Ad EBITEN rimandano diversi CCNL conferendogli pertanto una natura intersettoriale.

EBITEN non ha fini di lucro ed è attivo a favore delle imprese e dei relativi lavoratori nonché dei lavoratori autonomi che decidono di aderirvi volontariamente.  EBITEN rappresenta la sede idonea per la gestione condivisa di attività in materia di welfare, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e altri servizi reali di interesse.

Per conseguire i propri scopi, EBITEN si avvale del contributo a carico delle aziende e dei relativi dipendenti, nella misura prevista dall’”accordo interconfederale per lo sviluppo delle relazioni sindacali e linee di indirizzo in materia di strumenti bilaterali” del 28 maggio 2014 nonché dei versamenti volontari di imprenditori, amministratori d’impresa, professionisti e delle diverse categorie di lavoratori autonomi, ed eventualmente anche dei rispettivi nuclei familiari, connessi all’esercizio d’impresa delle MPMI e delle relative forme aggregate (consorzi, reti d’impresa etc.).

L’EBITEN costituisce lo strumento per lo svolgimento delle attività individuate delle parti stipulanti in materia di occupazione, mercato del lavoro, formazione e qualificazione professionale.

  • si serve della Commissione di Conciliazione Lavoristica, organismo extragiudiziale nato dalla volontà della Confederazione e della Confsal, per favorire la risoluzione stragiudiziale delle liti. La Commissione di Conciliazione si prefigge di dirimere le controversie di lavoro, singole o plurime, al fine di esperire il tentativo di conciliazione introdotto dal D.Lgs 80/1998 e D.Lgs 387/1988 e reso facoltativo con la legge 4 novembre 2010 n.183 (cd “Collegato Lavoro”) in vigore dal 24 novembre 2010 che permette la costituzione di tale organo presso la direzione provinciale del Lavoro o presso le sedi di certificazione. In quest’ultima sede è inoltre di volta in volta possibile costituire un collegio arbitrale irrituale al fine di emanare un lodo con valore di contratto tra le parti e impugnabile davanti al tribunale del lavoro in unico grado solo per i vizi di forma e procedura;
  • programma e organizza relazioni sul quadro economico e produttivo dei vari settori e sulle relative prospettive di sviluppo, sullo stato e sulle previsioni occupazionali;
  • coordina indagini ed elabora stime e proiezioni finalizzate a fornire alle parti il supporto tecnico necessario alla realizzazione degli incontri di informazione;
  • provvede al monitoraggio e rilevazione permanente dei fabbisogni professionali e formativi ed elabora proposte in materia di formazione e qualificazione professionale sulla base di disposizioni legislative nazionali e comunitarie;
  • collabora con le Regioni e gli altri Enti competenti per creare le condizioni più opportune al fine di realizzare a livello territoriale pratici interventi formativi.

Articolazioni regionali Ente bilaterale Nazionale del Terziario:

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *